ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

DL sviluppo, quasi un secolo di benefici. Per chi?

E’ stato approvato ieri dal consiglio dei ministri il decreto sviluppo, che tra le altre cose, stabilisce che le spiagge su cui insistono chioschi e varie strutture turistiche saranno oggetto di diritto di superficie che dura 90 anni. Tremonti ha subito dichiarato:”Le spiagge resteranno pubbliche”. Bisogna credergli?Il diritto di superficie, disciplinato dagli art 952 e seguenti del codice civile, è un diritto reale che consiste nell’edificare e mantenere una costruzione su di un fondo che appartiene ad altri. Il bene in questione, le spiagge, fanno parte del demanio pubblico, e la caratteristica principale di determinati beni è la loro inalienabilità; quindi non possono essere venduti(ed ancora non ci siamo arrivati) e non possono formare oggetto di diritti a favore di terzi, se non nei modi e limiti stabiliti dalle leggi. Su di essi la collettività, intesa in senso ampio, può godere dei benefici sia direttamente che indirettamente.

Ebbene questo sistema di rinnovamento delle concessioni per i litorali, senza alcuna gara d’appalto, non è uno strumento per snellire la burocrazia, evitare periodi d’attesa o venire incontro ai benefici di cui si diceva venire incontro alla collettività. Al contrario è un marchingegno che favorisce il clientelismo, danneggiando coloro i quali sono soggetti alle regole del libero mercato, che spesso pagano oneri assai più elevati per posizioni nettamente sfavorevoli. I cittadini quindi, pagando per ricevere dei servizi, cabine, piscine ecc, costituirebbero gran parte del profitto dei concessionari, che pagando un prezzo irrisorio per il rinnovo, possono tranquillamente programmare le attività per quasi un secolo.

Alcune liberalizzazioni potrebbero davvero dare la tanto agognata “frustata” allo sterile sviluppo economico dell’Italia, come già successo nel settore dell’energia o della telefonia, tanto per fare degli esempi. Ma il decreto in questione non appare in grado di soddisfare questi requisiti; il suo unico scopo è garantire il consolidamento dei rapporti di amicizia con i soliti imprenditori, e allo stesso tempo sottrarre alla restante parte della popolazione un bene demaniale. L’Ue, appena presa visione a mezzo stampa della notizia, tramite il portavoce del commissario al mercato interno Hughes, si è dichiarato sorpreso. Le normative europee infatti, prevedono che le concessioni debbano avere un tempo appropriato e limitato. L’Italia, quest’Italia sempre più europea ed europeista, è all’avanguardia.

Annunci

6 maggio 2011 - Posted by | Politica | , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: