ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Instant poll: affluenza tra 54 e 61%

Non è stato un plebiscito ma poco importa; ciò che contava davvero era raggiungere il fatidico quorum, per non mandare all’aria tutto il lavoro e l’impegno di chi si è schierato per questi temi fondamentali; aria, acqua e legalità. Adesso sarà necessario dedicare ancora maggiore attenzione affinchè venga rispettata la volontà popolare.Il rischio concreto è quello di veder rientrare dalla finestrà ciò che abbiamo cacciato dalla porta. I precedenti purtroppo ci sono, sono tangibili, esistono; finanziamento ai partiti dopo Tangentopoli, riammesso con diverso nome, e il nucleare, su cui l’80% della popolazione aveva già detto un secco no più di 20 anni fà, ed è stato riproposto come unica alternativa percorribile. L’alternativa non esiste solo per coloro che non la vogliono vedere; si chiama energia rinnovabile, e non è un caso che altri paesi stanno destinando risorse per lo sviluppo di queste fonti, ed abbonderanno -più o meno in tempi brevi- l’energia atomica, consapevoli dei disastri che possa causare ad intere nazioni.

Questa è una decisione che davvero può cambiare il corso della storia dell’Italia, perchè l’organo legislativo in questione-noi- ha deciso arbitrariamente, senza nessuna delega, utilizzando le proprie armi che aveva a disposizione; il cervello per pensare, e la mano per mettere una croce sulla scheda. Quei 25-26 milioni di persone che hanno deciso di andare a votare (pur di perdere 5-10 minuti della propria esistenza!) lo hanno fatto consapevolmente, con raziocinio, hanno espresso insomma la loro opinione a ragion veduta. Desideravano dal profondo del loro cuore un’energia pulita per loro stessi e per i loro figli, non volevano che l’acqua potesse essere data in concessione ai privati e che questi potessero intascare il 7% della bolletta solo per aver investito il capitale; quelle stesse persone che credono fortemente nell’articolo 3 della Costituzione, e vogliono che la legge continui ad essere uguale per tutti, aldilà del lavoro svolto, ministro, operaio, disoccupato o studente non importa.

Ognuno ha utilizzato le proprie cartucce; a chi non faceva comodo il raggiungimento del quorum, le ha provate di tutti i colori. Gli interessi in gioco erano molto alti, diverse imprese erano pronte ad investire fior di quattrini per dei beni primari. Allora avanti con il mancato accorpamento con le amministrative, numerosi boicottamenti, scarsa informazione, e notizia dell’ultima ora, quando la paura era giunta al limite, le dichiarazioni che interrompono la campagna elettorale referendaria. Il ministro degli interni, e il presidente del consiglio, danno per scontato la validità del referendum, cercando di giocarsi l’ultima carta, ovvero quello di ritenere soddisfatti i possibili votanti in extremis.

Non è bastato neanche questo. Adesso è facile prendersi i meriti, ma noi non dimenticheremo chi si è espresso a favore e chi contro. Non dimenticheremo le promesse che si avranno da adesso a qualche giorno, giusto per cavalcare l’onda della volontà popolare. Esigeremo ancora di più che i nostri diritti vengano rispettati, in modo che possa essere riconosciuta -non solo formalmente- la sovranità del popolo, così come sancito tempo addietro dai padri costituenti.

Annunci

13 giugno 2011 - Posted by | Attualità | , , ,

2 commenti »

  1. Adesso cornuti andate voi ad acquistare l’energia nucleare in Francia. Cornuti e mazziati.

    Commento di franco pansera | 13 giugno 2011 | Rispondi

  2. si in Francia, dove si susseguono gli incidenti alle centrali. Per fortuna che sono piccoli incidenti, altrimenti vedrai che salti di gioia farebbero in padania e a arcore! Complimenti, sono d’accordo sulla concreta attuazione dell’articolo 1, ci vuole più partecipazione, più petizioni, e referendum ogni anno!

    Commento di quorum si | 13 giugno 2011 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: