ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Y.M.C.A (Yes, Mo’ Cambiamo Aria)

Circa un mese fà, stava con il primo calice in mano dopo aver surclassato il candidato PD e raggiunto il ballottaggio, quel tête-à-tête con il candidato Pdl Lettieri; dopo 2 settimane il definitivo successo che lo consacra -con una maggioranza schiacciante- sindaco della sua città. Come si evolve la situazione, dopo 15 giorni di giunta-De Magistris?Sappiamo tutti che appena eletto nel capoluogo partenopeo, avrebbe dovuto affrontare una situazione tutt’altro che semplice, come l’emergenza rifiuti. Il sindaco, anche recentemente, non ha risparmiato critiche verso il Governo e soprattutto verso la Lega Nord- rei di non aver varato nessun decreto per l’emergenza- ed ha denunciato anche l’esistenza di “poteri forti e criminali” dietro ai roghi notturni che stanno mettendo a repentaglio la vivibilità di alcuni quartieri. Ma non ama nascondersi dietro ad un dito, ed insieme al suo staff, stanno cercando di uscirne fuori da soli.

Fino alla scorsa settimana, ancora gli arrivavano roventi critiche, dovute perlopiù alla sua dichiarazione, anche un pò maldestra:”Fra 5 giorni Napoli sarà libera dai rifiuti”. E’ stato un autentico tiro al bersaglio, ultimo (ma non ultimo)il titolo in prima pagina della Padania di oggi: “Rifiuti? A casa loro”. Ma adesso i fatti parlano chiaro e grazie allo straordinario lavoro degli operari dell’Asia s.p.a, le tonnellate sparse per le strade, sono diminuite da 24oo di 10 giorni fa alle 13oo che si contavano ieri, con un ritmo costante di 130 tonnellate tolte ogni giorno. Anche DeM. nei giorni scorsi ha vestito i panni del camionista dell’Asia, e  i cittadini napoletani hanno recepito pienamente il messaggio; con il contributo di tutti sarà molto più facile combattere l’emergenza, ma soprattutto sarà fondamentale per realizzare il migliore strumento di raccolta dei rifiuti che oggi si conosce.

A breve infatti, partirà la campagna d’informazione  della raccolta differenziata porta a porta, che punterà a raggiungere l’ambizioso traguardo del 70% fra 6 mesi. L’obiettivo è alla portata dei napoletani. Il primo impianto di compostaggio potrebbe essere in dirittura d’arrivo, oltre a qualcunaltro da aprire in città, mentre già è stato aperto un sito di trasferenza per tamponare i momenti di maggiore criticità nel capoluogo. L’amministrazione comunale, con l’aiuto dei movimenti, delle associazioni e dei comitati, sta cercando di cambiare il volto della città partendo dal piano di rifiuti alternativo e, a breve dovrà fare i conti con i tagli dei trasferimenti statali e regionali al Comune di Napoli; la cifra si aggira intorno ai 140 milioni di euro, ma già si evince che non verrà toccata la spesa sociale e si cercherà di recuperare tramite razionalizzazioni varie sulle municipalizzate.

Il tutto mentre il Governatore della Campania, Stefano Caldoro, è stato iscritto nel registro degli indagati nell’ambito dell’ inchiesta della Procura di Napoli sui rischi per la salute pubblica determinati dalla mancata raccolta dei rifiuti. Si delinea sempre più quindi la netta distinzione, tra la politica degli annunci e dei proclami e la vera “amministrazione del fare”, che ha come unici referenti i cittadini amministrati e lascia fuori dai giochi chi vuole speculare sulla salute pubblica. “Chi ben comincia è a metà dell’opera” recita una famoso proverbio; per l’altra metà c’è da attendere solo un altro pò.

 


 

Annunci

30 giugno 2011 - Posted by | Politica | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: