ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Uno sprazzo di luce…

Mai come questa volta la giustizia italiana ha preso una decisione in tempi velocissimi; è stato concesso il diritto d’asilo a Kate Omegrebe, la donna nigeriana che eviterà così di rientrare in patria dove l’attendeva la pena massima. La donna di 34 anni, aveva infatti chiesto di restare in Italia anche dopo la detenzione in carcere, durata 4 anni e dovuta allo spaccio di droga-di cui si dichiara tutt’oggi innocente- per non dover fare ritorno nel suo paese d’origine. Fuggita dalla Nigeria più di un decennio fà, per sottrarsi ad un matrimonio combinato con un uomo, che non accettava la sua avvenuta conversione alla religione cattolica e voleva imporle ad ogni costo l’islamismo.

Uscita anzitempo dal carcere di Castrovillari, in quanto ha usufruito di uno sconto di 3 mesi sulla pena per buona condotta, per Kate ricevere l’asilo equivale ad una seconda nascita, un’altra vita. Senza quel pezzo di carta nulla l’avrebbe salvata dal ritornare in Nigeria con conseguente  lapidazione. Le immagini la riprendono in un pianto di gioia liberatorio, anche verso le guardie carcerarie s’inchinerà sempre come a volerle ringraziare di averle concesso di continuare a vivere.
Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, promotore della campagna umanitaria per salvare Kate, le è stata affianco in questi giorni difficile che anticipavano questa concessione che vale quanto un’amnistia, ma anche ieri quando hanno condiviso l’immensa gioia di un’esistenza messa in pericolo dalla legge.
Ciò che più conta, è che quella lenta, macchinosa ed antieconomica macchina giudiziaria del nostro Paese, per una volta ha fatto tutto in tempi rapidi ed ha consentito a Kate di restare in Italia. Che possa essere l’inizio di una nuova giustizia?
Advertisements

8 settembre 2011 - Posted by | Attualità | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: