ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

L’editto bulgaro compie 10 anni

Mi unisco ai proclami dell’associazione articolo 21, che oggi ha voluto ricordare il decennale dell’editto bulgaro, ovvero quelle dichiarazioni lasciate dall’allora premier, in visita a Sofia, che mal sopportava il lavoro dei vari Biagi, Santoro e Luttazzi, colpevoli a suo giudizio di “fare un uso criminoso del servizio pubblico”.

I tre “wanted” furono estradati dalle rispettive sedi, e l’obiettivo del più potente fu realizzato. Esattamente come accade nella giungla. Chi compie con serietà e dedizione il proprio mestiere, nella fattispecie quello di giornalista, non lo sta facendo mai nel modo giusto: la sua attività può dar fastidio. I tempi sono cambiati, ma le difficoltà odierne rimangono le stesse: l’informazione attraverso il piccolo schermo, ovvero dove si forma ancora gran parte dell’opinione pubblica, è ancora sotto il grandissimo ombrello (leggasi  pure controllo) di Mediaset, e della Rai: televisione finanziata in gran parte dal pubblico, ma completamente assoggettata al gioco dei partiti, che di fatto “distribuiscono” le cariche ai più fedeli. Con buona pace della libertà d’espressione, che fortunatamente, ha trovato nel web un prezioso alleato, anche se è ancora prematuro lanciare il guanto di sfida alla Tv.

Solo di recente è stato (forse) risolto lo spinoso problema riguardante il beauty contest e già Mediaset, per bocca del presidente Confalonieri, annuncia ricorso. La trasparenza è una questione che proprio non riescono a mandare giù. Dovrebbe essere tutto un affare di famiglia; un regime appunto. Con la formalità della Costituzione, che dovrebbe essere la Suprema Carta a garanzia dei cittadini, ma che di fatto puntualmente viene scavalcata o aggirata da un decreto legge qualsiasi. Sperando che l’asta non sia solo una procedura formale, un metodo studiato per fare l’ennesimo regalo all’ex premier. Anche l’etere è un bene comune, e francamente non si capisce perchè la collettività non debba essere retribuita per un pezzo di patrimonio pubblico. Sono ancora una piccola manciata di uomini a non capirlo. Purtroppo gli stessi, che oggi come allora, continuano a dettare leggi; che altri -noi tutti- devono rispettare,  ma che per loro sono pure formalità.

 

Annunci

18 aprile 2012 - Posted by | Attualità | , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: