ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Non è il solo Sarkozy che perde terreno

Negli ultimi giorni che anticipavano la domenica della vittoria di Hollande su Sarkozy, mi son  concesso il lusso di andare a visitare la capitale francese per 4 giorni, tornandomene proprio nel giorno dell’elezioni, proprio mentre il match politico iniziava.

Aldilà di un viaggio splendido, tra musei, piazze e monumenti vari, ho prestato spesso le orecchie ai dibattiti nei bar, brasserie e metropolitane varie, e ciò che mi è parso evidente è che i francesi non si curavano più di tanto della scelta politica importantissima alla quale erano chiamati. Meglio una partita di rugby, discutere dei propri acquisti e robe del genere, piuttosto che concedersi un sano confronto politico. Eppure la percentuale di votanti è stata abbastanza alta, e comunque in aumento rispetto al primo turno.

Anche nelle strade non si respirava un vero e proprio clima di periodi elettorali, tranne che in pochi luoghi, per esempio il quartiere latino dove i manifesti di Sarkozy primeggiavano per quantità su quelli del rivale. Adesso resta da vedere quanto le politiche del neo presidente socialista, saranno diverse da quelle adottate da Sarkozy. Certamente il primo passo sarà mettere da parte l’austerità e il rigore asfissiante portato avanti sin qui, dopo aver sposato la linea Merkel.

Il voto attribuito ad Hollande esige anzitutto un’aspirazione di cambiamento per la maggioranza dei francesi. Toccherà adesso a lui incanalare questo malcontento generato dalla crisi, e mantenere fede alla sua promessa: “La mia vittoria è una speranza per l’Europa intera”. Già, anche perchè pure la Merkel non se la passa poi tanto bene, e più in generale sono le destre europee ad attraversare un periodo di crisi profonda attutito solo dal crescente peso dei vari nazionalismi: Francia stessa e Grecia docet.

Anche in Italia adesso vedono con rinnovato ottimismo questa nuova vittoria di un polo socialista. Con la speranza che questo leader non diventi l’ennesimo esempio al quale aspirare, ma un nuovo punto da cui ripartire. Non il nuovo Clinton o nuovo Zapatero, ma un altro tassello sul quale poter portare avanti una linea di rinnovamento del partito stesso.

Annunci

7 maggio 2012 - Posted by | Politica | , , , , , , , ,

1 commento »

  1. […] ho  già anticipato nel post di ieri, vengo da un -seppur breve- soggiorno a Parigi, dove tra le altre cose ho dovuto per forza andare a […]

    Pingback di Louvre-Uffizi: 3a1!!! « ilpicchioparlante | 8 maggio 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: