ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Chi vuole la patrimoniale?

In tempi di crisi e di debito pubblico alle stelle, si discute su come poter rientrare dal deficit col minor spargimento di sangue possibile. Una di quelle misure che potrebbe riscuotere un maggior successo sarebbe una patrimoniale, ovvero una tassa sui grandi patrimoni.Proprio ieri, Piero Ricca sul Fatto Quotidiano pubblicava una serie d’interviste, una vox populi, sulla possibilità di introdurre questa misura, con annesso sondaggio al quale il sottoscritto v’ha preso parte. Ebbene, con la dovuta cautela di un campione poco rappresentativo della realtà, il 65% dei partecipanti riteneva fosse giusto introdurre una patrimoniale “oltre una significativa soglia di ricchezza”, mentre solo il 3% dei votanti esprimeva il suo “no, le tasse sono già troppo alte”.

E’ chiaro che non si vuol far dipendere il futuro del Paese da un sondaggio apparso su una testata giornalistica, ma non dimentichiamo che poche settimane fa, anche il presidente degli industriali, Squinzi, si è mostrato favorevole alla patrimoniale.  Anche Bersani la gradirebbe (soprattutto che sia Monti ad adottarla, e non un futuro governo da lui guidato) soprattutto per cercare di evitare il tema delle privatizzazioni. Poi c’è tanto da discutere sull’istituzione di un’imposta ordinaria o straordinaria, e da quale soglia far partire il recupero crediti; ma questi sono argomenti secondari, nel senso che vanno presi in considerazione solo in seguito ad un dibattito approfondito e prossimo alla conclusione.

Sicuramente, prima di tassare ulteriormente i detentori di patrimoni, andrebbero recuperate le ricchezze evase e i beni della criminalità organizzata. Sarebbe da sciocchi ritenere il contrario. Ma se proprio si è con l’acqua alla gola, credo possa essere uno dei mali minori, conscio anche degli effetti collaterali che possano sorgere da questa manovra. Andrebbero inoltre riviste tante cose di un sistema che fa acqua da molte, troppe parti, altrimenti si finirebbe col disperdere in un batter d’occhio, le risorse recuperate. Ma credo sarebbe un buon inizio per una seria politica di redistribuzione del reddito, alla quale, tutto sommato, sarebbero favorevoli, o l’accetterebbero comunque di buon grado, il 90% degli italiani.

Advertisements

10 agosto 2012 - Posted by | Economia | , , , , , , , , ,

3 commenti »

  1. non è un controsenso parlare di “dovuta cautela di un campione poco rappresentativo della realtà” e poi concludere che il 90% DEGLI ITALIANI (non dei partecipanti a un sondaggio on line) è favorevole alla patrimonaile?

    Commento di giovanni | 11 agosto 2012 | Rispondi

  2. non è affatto un controsenso perchè quando parlo di un “campione poco rappresentativo…” lo faccio rispettando i principi base della statistica, mentre quando dico che il “90% degli italiani sarebbe favorevole” è perchè tale misura non li tocca direttamente, e pertanto tutta questa gente sarebbe contenta che a pagare siano coloro che detengano grandi fortune!

    Commento di ilpicchioparlante | 11 agosto 2012 | Rispondi

  3. […] settimane orsono, ho raccolto il vox populi di Piero Ricca che, dal Fatto Quotidiano, intervistava i cittadini per chiedere se fosse giusta o meno, una […]

    Pingback di Tutti d’accordo nel vendere i beni pubblici? « ilpicchioparlante | 24 agosto 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: