ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Grillo non è da diffamare, ma da contraddire

Negli ultimi giorni abbiamo assistito davvero ad un “massacro mediatico” verso Grillo e il Movimento 5 Stelle per contrastarne l’avanzata (oserei dire inesorabile); il video in cui il comico spiegava ai carabinieri come menare i marocchini è solo l’ultimo di una lunghissima serie.

Razzismo, populismo che talvolta sfocia nello squadrismo, istigazione alla violenza; gli viene addebitato un pò di tutto. Il rischio di tutto ciò, è che si potrebbe facilmente finire per fare la “lotta contro Grillo” e perdersi in queste ottuse diatribe, dimenticandoci poi di dedicarci ai problemi che c’affliggono da vicino: crisi, disoccupazione record, imprese che chiudono, e mi fermo per decenza.

Ma una domanda sorge spontanea: vent’anni di Berlusconi e, soprattutto di berlusconismo, non sono bastati a questo Paese, a questi giornalisti, ed a questa società? Possibile che vogliamo di nuovo spenderci in accese questioni che dovrebbero, a stento, riguardare un qualsiasi “Uomini e Donne”o una classica “chiacchiera da bar”? L’errore di spostare i dibattiti dalla politica allo spettacolo è un’ammonizione addebitabile all’una come all’altra parte, e su questo voglio essere chiaro; non tollero che Grillo venga a dire che “lo diffamano” perchè non ha affatto riservato parole mielate verso tutti i competitors politici e verso tutta la stampa. I latini dicevano “qui ventum seminabunt et turbinem metent”. Anche perchè spesso fai lo stesso errore cui contesti sempre: cosa significa  i miei  media me li scelgo?

Mi piacerebbe vieppiù, che si discutesse del  programma del M5S come osa fare Simone Spetia:  criticando appunto le proposte, far capire le cose che possono funzionare e ciò che invece non può avere attuazione. Che i contenuti siano in larga parte innovativi non lo metto affatto in dubbio: ma, nel concreto, saranno tutti applicabili? Riusciremo ad avere finalmente cittadini diligenti ed interessati al bene pubblico? Senza contare poi, che anche sulla questione “trasparenza”, il buon Beppe deve rispondere ancora su diversi quesiti. Due nomi? Tavolazzi e Casaleggio.  Attendiamo fiduciosi.

Advertisements

4 settembre 2012 - Posted by | Politica | , , , , , , , , , ,

1 commento »

  1. […] si dovrebbe finirla con il criticare “Grillo” in quanto persona, e s’inizierà a discutere del programma del M5S. Questa ventata di “freschezza” dovrebbe giovare ai partiti tradizionali, o distruggerli […]

    Pingback di Chi ha vinto le elezioni? Qualche riflessione « ilpicchioparlante | 26 febbraio 2013 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: