ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Il futuro riparte solo se facciamo rete

Prendendo spunto dalla puntata di Presa Diretta, andata in onda ieri sera, voglio esprimere un semplicissimo pensiero sul perchè, fenomeni come la corruzione, l’evasione, e la diffusione di criminalità hanno avuto un enorme successo

riparte il futuroin questo Paese. In molti si riempiono la bocca, dicendo di voler recuperare risorse economiche da queste piaghe sociali, che ricordiamo, ci sottraggono qualcosa come 300 miliardi di euro annui. Va da sè, che senza queste ruberie, l’Italia sarebbe una delle economie più floride del pianeta terrestre.

Non posso che applaudire l’iniziativariparte il futuro“, ma continuo a vedere un pò di sterilità in questa difesa della legalità, per il semplice motivo che, non tutti remano nella stessa direzione. Con ciò, voglio arrivare al punto di partenza, che è un pò quanto detto ieri. La criminalità, ovvero coloro che vivono sulle tangenti e sul malaffare, ha creato una fitta rete di scambi e contatti, dalla quale una moltitudine di loschi individui hanno tratto il massimo della prosperità, a danno di tutta la cittadinanza onesta.

Laddove non è arrivato lo Stato, le istituzioni, si sono create queste reti che hanno fatto sempre più breccia nei cittadini, per diventare infine, nuovi punti di riferimento. Non a caso, quando si arresta un boss, vediamo spesso persone che piangono a questi provvedimenti, perchè riconoscevano in lui una specie di guida, un capo-popolo.

Da qui, l‘importanza di fare rete: troppo spesso ne parliamo, nei fatti però, ancora poca concretezza. Bisogna potenziare la rete contro la mafia, per non lasciare soli chi si trova a doverla contrastare e combattere. Inserire quante più informazioni su Internet per avere il massimo della trasparenza, e capire così, quali sono le macchie che possono contaminare il settore pubblico e il fisco italiano. Tracciare in open data, il flusso di denaro degli enti pubblici, no profit, e quelli destinati alle varie calamità, per evitare qualsiasi distrazione dei fondi pubblici.

Solo venendoci incontro, l’un con l’altro, e facendo circolare quante più informazioni possibili, potremmo pian piano sgretolare quest’impero di illegalità diffusa, che ha fatto arricchire i più furbi ed ha spesso, sottratto quote di denaro a chi ha profuso tanto impegno nel proprio lavoro. Di exit-strategy, io conosco solo questa. 

Advertisements

10 settembre 2013 - Posted by | Economia, Innovazione | , , , , , , , , , ,

4 commenti »

  1. […] queste poche righe perchè è solo e soltanto se faremo rete che riusciremo a raggiungere questi obiettivi. Trasparenza dinamica, open data, creazione di […]

    Pingback di Riflettori accesi sulla trasparenza « ilpicchioparlante | 8 ottobre 2013 | Rispondi

  2. […] non è un mistero che bisogna saper fare rete, riuscire a fare squadra, per ripartire. Se restiamo tutti ancorati al proprio orticello, ognuno a curarsi i propri interessi, finiremo per […]

    Pingback di Open Data; come prima, più di prima, proporrò « ilpicchioparlante | 12 ottobre 2013 | Rispondi

  3. […] la parola “futuro” deve partire necessariamente da qui riuscendo a costruire una rete per la legalità da far invidia alla criminalità organizzata, che riesca a prevalere su qualsiasi interesse che […]

    Pingback di Ma la Costituzione…no? « ilpicchioparlante | 3 marzo 2014 | Rispondi

  4. […] spesso, sono i limiti delle stesse istituzioni a dare vita a queste storture. Se non si riesce a fare rete, a coltivare determinati legami e costruire così quelle connessioni necessarie, le istituzioni […]

    Pingback di Etica, educazione e trasparenza. Per riveder le stelle « ilpicchioparlante | 21 marzo 2014 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: