ilpicchioparlante

un popolo ignorante è più facile da governare

Basta sogni. Concretezza per scuola e lavoro

Trascorse le feste, è tempo di porsi qualche domanda sui possibili doni da augurarci per questo nuovo anno. Così, mentre per molti, la giornata di oggi è stata quella del rientro a scuola, o sul proprio luogo di lavorogatto e la volpevorrei soffermarmi proprio su chi non ha, purtroppo, la fortuna di essere tra questi. Ovvero su chi non vede nella scuola una reale opportunità di crescere e maturare, e nondimeno, su chi non ha la possibilità di lavorare.

Chiaramente, il primo concetto che sfoga poi nella dispersione scolastica, è forse il più allarmante su cui intervenire, soprattutto nel medio-lungo periodo. Ovvero garantire a qualsisi bambin* di investire sul proprio futuro, crescere con i propri coetanei seguendo delle regole, imparare i propri diritti e doveri, formarsi criticamente e sviluppare, magari, un alto senso civico. Solo così, in futuro la conoscenza potrà essere uno stile di vita.

Per ciò che riguarda l’aspetto della mancanza di lavoro, credo sia quello più urgente da risolvere. Non per stilare una classifica tra due fenomeni di pari gravità, ma solo perchè credo (con ampia facoltà di ricredermi) che  su quest’aspetto ci sia qualche margine per intervenire prima, e soprattutto perchè ciò comporti maggiori vantaggi, per la società, nell’immediato.

Non vorrei dunque, ascoltare fantomatici piani del lavoro, magari difficilmente realizzabili e prodotti per  meri fini politici. Quantomeno, mi piacerebbe ascoltare un bel dibattito fondato su dati concreti ed oggettivi. Anche volendo prendere delle comparazioni a livello europeo, è indubitabile che il sud arranca sempre più, e l’unità del sistema Italia viene sempre più messo a dura prova.

E sia ben chiaro che non è solo un problema del costo del lavoro. Anzitutto è un problema in termini di competitività e produttività, ovvero, una mancanza di lungimiranza tanto delle istituzioni quanto delle imprese. La stessa lungimiranza che dovrebbe essere utilizzata quando si tratta di spendere meglio i finanziamenti vari, che spesso e (mal)volentieri finiamo col perderli.

Perchè se non mettiamo subito un argine a queste piaghe, continueremo a distruggere capitale sociale, che è poi, la sconfitta più grande di un Paese, oltre che un chiaro indizio di un imminente declino.

Annunci

7 gennaio 2014 - Posted by | Attualità | , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: